un isola poesia
Poesie

Un’isola

Interrompo il silenzio e ti scrivo.

Quale silenzio?

Quello del tempo.

Dopo il gioco c’è l’incognita per sapere chi ha vinto,

perché in un gioco a due c’è un perdente e un vincente.

E non è sempre il più debole a perdere.

Interrompo il silenzio

perché forse quello che voglio lasciarti

è una scia di quello che ho provato.

Da solo un poeta non si pace della bellezza del mondo.

Pensavo fossi debole

quando mi hai tolto i veli che ricoprivano il corpo

e sei sceso in profondità.

Ma nella vita c’è sempre una prima volta

per vedere il paradiso

e per farsi trasportare dalle nuvole dell’ebbrezza.

Sarebbe stato stupido non approfittarne.

Interrompo il silenzio,

per dirti ciò che non ti ho detto- non c’è stato il tempo….

per dirti ciò che non ti dirò- non c’è più il gioco….

Dopo aver visitato le segrete vie della infuocata ebbrezza,

volevo raccontarti

CHI si nascondeva dietro questa passione,

ancora incontrollabile e furibonda.

Non posso cercarti,

se chiudo gli occhi sento il caldo del fuoco che mi attira,

se li riapro vedo che è il diavolo che mi chiama.

E allora so che domani mi sveglierò senza il tuo calore,

ma ci sarà il sole a riscaldarmi.

Interrompo il silenzio,

per dirti,

che forse nessuno dei due è perdente,

perché dietro la passione

c’è sempre la consapevolezza di ciò che si vuole ottenere.

E che di questa donna conosci il nome e le mani,

ma non la sua anima,

Ma il silenzio è solo della notte,

dove tutto è buio e non senti e non vedi chi hai di fronte,

se chi hai di fronte non ha parole e non ha corpo.

E ogni uomo è un isola sperduta in un oceano.

Quante montagne bisogna scalare per vedere quell’isola all’orizzonte?

E quanti strati di sensibilità può avere la nostra anima?

E quante parole avremmo potuto dirci?

E quante cose avremmo potuto fare insieme?

Non era fuoco?

forse debole scintilla,

o forse un incendio indomabile.

Interrompo il silenzio e ti riscaldo

con quello che a me è rimasto.

Per dirti chi non sono,

se di quello che sono ancora non ho conoscenza,

per dirti che l’eternità non esiste

ma ogni attimo può essere eterno,

per dirti che non bisogna aver paura del diavolo,

se il fuoco che emana

erve solo a scaldare la nostra anima

in una notte d’inverno.

E che non ci sarà mai qualcuno come noi,

ma tutti ameremo e soffriremo,

allo stesso identico modo.

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *